Gli aforismi sulla solitudine

Nella vita si può scegliere di stare da soli ed esser contenti di tale condizione o essere soli però soffrendo di tale situazione di lontananza fisica ed anche emotiva dai propri simili. Spesso si desidera restare soli con sé stessi: in particolare dopo essere restati immersi per ore oppure per giorni nella confusione o magari nella folla un luogo appartato e silenzioso, quale la cima di una montagna, una spiaggia isolata oppure un bosco, compaiono come un vero e proprio miraggio. In tal caso la solitudine non presenta una connotazione triste, ma si tratterebbe di un isolamento volontario per restare soli con se stessi, in modo distaccato dal mondo e dalla folla.

Differente è il caso di chi non sceglie tale condizione ma invece la subisce, sentendosi isolato, senza la presenza di amici e tagliato fuori da qualunque relazione sociale: di certo una situazione negativa che tenderebbe a far vedere tutto nero.

Ci sono tanti poeti, scrittori, cantanti che hanno scritto vari aforismi e frasi sulla solitudine, spiegando in modo unico i loro sentimenti e i rispettivi stati d’animo. Ecco alcuni aforismi a riguardo.

Bernardo Bertolucci:”La solitudine può essere una tremenda condanna o una meravigliosa conquista.”

Getrude Stein:” Quando sono soli vogliono stare con gli altri, e quando sono con gli altri vogliono stare soli. Dopo tutto gli esseri umani sono così.”

Charles Bukowski: ”Corrono come se avessero il fuoco sotto il sedere in cerca di qualcosa che non si trova. Si tratta fondamentalmente della paura di affrontare se stessi, si tratta fondamentalmente della paura di essere soli.

Invece a me fa paura la folla.”

Pier Paolo Pasolini: ”Bisogna essere molto forti per amare la solitudine.”

Jim Morrison:” La solitudine è ascoltare il vento e non poterlo raccontare a nessuno.”

Vasco Rossi: ”Bisogna imparare a stare soli, solo così si può imparare a stare con gli altri, altrimenti ci stai perché ne hai bisogno. Bisogna fare a scuola un’ora di insegnamento alla solitudine, imparare a bastarsi.”

Fabrizio de Andrè:”La solitudine può portare a forme straordinarie di libertà.”

Louise-Victorine Ackermann Choquet:” Quando si vive entro il rumoreggiare del mondo, è necessario che la voce interiore chiamata poesia parli ad alta voce in noi affinché la possiamo intendere. Nella solitudine, cogliamo viceversa anche il suo più piccolo mormorio.“

Anonimo:” La solitudine è per lo spirito, ciò che il cibo è per il corpo.”

Roberto Gervaso:” La solitudine o ci fa ritrovare o ci fa perdere noi stessi.”