squalo maori

Nell’articolo di oggi parleremo dei tatuaggi che sono sempre più parte integrante della nostra società. Fino a qualche tempo fa il tatuaggio veniva fatto per simboleggiare qualcosa o qualcuno, come ad esempio nelle vecchie tribù dove il tatuaggio era visto come un vero e proprio rito “sacro”, ad esempio nelle tribù Polinesiane venivano fatte tatuare tutte le persone che avevano fatto qualcosa di veramente importante per la tribù, questo per renderle diverse da tutti gli altri. Gli uomini di solito si tatuavano il volto, le donne invece si tatuavano il mento. Una delle tribù più famose per i suoi tatuaggi è quella “Maori”, i loro tatuaggi sono del tutto attuali anche ai giorni nostri e non passano mai di moda come invece è successo con altri stili, il tatuaggio maori appassiona giovani e vecchi, non conosce età ed è sempre ricorrente da generazioni in generazioni.

Attenzione al tatuatore:

Bisogna essere sempre prudenti nello scegliere il tatuatore, rivolgersi sempre a persone serie e preparate, se ci si affida a persone non preparate le conseguenze in alcuni casi possono essere veramente irreparabili. Come in alcuni malattie delle pelle se non si usano aghi sterili (usa e getta). Purtroppo oggi ci sono persone senza scrupoli che pur di far soldi fanno cose senza essere sicuri di se stessi, causando danni a persone che si sono fidate di loro. Il trattamento per cancellare un tatuaggio è oltretutto costoso e fastidioso in quanto il tatuaggio viene trattato con acido vari macchinari con raggi UV.

La decisione di un tatuaggio:

Le motivazioni che molto spesso spingono una persona a fare un tatuaggio sono due, per ricordare un evento importante della propria vita, come ad esempio la nascita di un figlio o altre date definite significative nella vita di una persona. Oppure per moda, nel senso che una persona decide di farsi un tatuaggio perché in quel momento è cool, seguendo la massa e non attenendosi magari a gusti personali. Questa ultima motivazione molte volte porta le persone a stancarsi del tatuaggio fatto perché passata la moda si stancano di vedere quella parte del loro corpo disegnata con una cosa che magari in quel momento non piace neanche più a lui.

Tatuaggi sempre di moda:

Quelli che non passano mai di moda sono i tatuaggi Polinesiani e Maori, ricchi di simboli e significato. Uno dei più significativi è lo “squalo maori” utilizzato nel linguaggio artistico del tatuaggio per indicare forza, tenacia e resistenza, ma anche per augurare buon viaggio e spirito di adattamento perché come si sà lo squalo riesce ad adattarsi ad ogni tipo di situazione. Poi c’è la “tartaruga maori” che sta ad indicare spirito di gruppo perché le tartarughe si muovono sempre in branco, e di solito c’è chi la tatua come porta fortuna. I Polinesiani invece erano diretti più sulla raffigurazione di volti e nella più grande espressione della natura, intesa però come fiori e fiumi